mercoledì 4 maggio 2011

Warren Buffet ribassista sul Dollaro



Lo scorso 30 Aprile, all'annuale conferenza degli azionisti della Berkshire Hathaway, il CEO Mr. Warren E. Buffet, parlando della situazione economica americana ha asserito che gli USA non potranno avere una vera e propia crisi del debito, a patto che i debiti stessi siano continuamente denominati in dollari US, per la semplice e quasi banale ragione che la FED continuerà a stamparne i dollari necessari per pagare i creditori.

La contropartita di questo meccanismo, ovviamente è la diminuzione del "valore" della moneta stessa (inflazione), il conseguente deprezzamento dell'USD nel mercato dei cambi, e l'apprezzamento delle valute competitor, prima tra tutte l'EURO.
Del resto, è palese che Buffet ha tutto l'interesse che la propria moneta si deprezzi, per poter attirare più investitori dall'estero e rendere le sue aziende americane più competitive nel mondo.

Aggiunge inoltre, il deprezzamento del Dollaro è inevitabile, gli Stati Uniti tramite la Federal Reserve, stampano costantemente moneta tramite il loro Quantitative Easing Program ben oltre i livelli di tutti gli altri paesi appartenenti al G8, arrivando a stampare quantitativi attestanti al 92% rispetto al PIL, ben superiori al livello dell'80% dell'Unione Europea.

Questa situazione sta portando a pensare che il Dollaro sarà sempre meno considerato come una valuta "di rifugio" , e infatti i paesi "BRIC" (Brasile, Russia, India e Cina) sono già propensi ad utilizzare tra loro una valuta su larga scala mondiale, in alternativa del Dollaro USA, oppure ad attivare delle linee di credito tra loro direttamente nelle loro valute locali.

Un altro importante settore, quello petrolifero, sta già iniziando a volersi svincolare dalla dipendenza dal dollaro del prezzo del barile di petrolio, attivando degli strumenti finanziari sul petrolio denominati in Euro.

Il declino del Dollaro sarà lento ma inevitabile, con un target di lungo periodo a 1€=2$ entro i prossimi 5 anni, ma chissà quanti altri cambiamenti economici e finanziari ci saranno ad allora!

Qui sotto potete vedere il grafico del Dollar Index con 1 anno di storico, è l'indice del valore del Dollaro USA rispetto a tutte le altre valute scambiate.
Da 85 a 73 = -14% in un anno.

Nessun commento: